Diario di una Social Geek

lunedì 17 novembre 2014

#PalermoSustainabilityJam: il service design torna in città!

 

Torna l'appuntamento con il service design a Palermo: dal 21 al 23 novembre 2014, arriva la Palermo Sustainability Jam (#PalermoSustainabilityJam)! 35 creativi con storie e background diversi, si riuniranno per progettare nuove idee nell'ambito della sostenibilità!



A distanza di qualche mese dalla Micro Jam e dalla Mini Jam torna a Palermo l'appuntamento con il service design: per 3 giorni, a partire dal 21 al 23 novembre 2014, 35 creativi appartenenti a settori diversi saranno impagnati nella progettazione di nuove idee e prototipi volti a rendere più sostenibile la nostra città.

La Palermo Sustainability Jam si terrà da Moltivolti, come anticipato da Rosalio, e sarà un evento local in relazione alla più vasta Global Service Jam che durante gli stessi giorni terrà impegnani i creativi di più di 50 città.

Come partecipare alla #PalermoSustainabilityJam?

 

Sei un creativo e desideri partecipare anche tu alla progettazione di una città e una comunità più sostenibile? Allora la Palermo Sustainability Jam aspetta anche te!

Per partecipare è sufficiente acquistare i biglietti online disponibili su Eventbrite: il costo è di 27 € l'uno.

L'evento sarà anticipato da una mini-conferenza che si terrà venerdì 21 novembre 2014 e vedrà impegnati 4 speaker d'eccezione:

 

Perché partecipare?

 

 "Siamo tutti creativi, quindi tutti potenziali partecipanti della Jam #diffusecreativity" Guglielmo Apolloni

Ho partecipato alle 2 precedenti edizioni della Jam (Micro Jam e Mini Jam) e devo riconoscere che entrambe sono state per me estremamente formative. Cosa mi hanno insegnato? 

Probabilmente la lezione più importante per me è stata relativa alle idee che vengono fuori al termine dei brainstorming. Come ha sottolineato anche il prof. Mikkel Draebye durante il suo intervento in occasione della start-up weekend 2014, l'idea iniziale è destinata a un percorso che la porterà a modificarsi sempre di più; a crescere e strutturarsi adattandosi (si spera) alle necessità reali della comunità.

Il brainstorming è fondamentale in questo processo perché ne rappresenta il nutrimento; la materia prima che permette all'idea iniziale di diventare effettivamente utile alla comunità adattandosi ai bisogni reale.

Il momento più bello della Jam? Decisamente il veder diventare l'idea un prototipo vero e proprio, qualcosa di reale ed estremanente concreto frutto del lavoro di gruppo.

Quindi, per concludere...

Siete dei creativi? Non importa quale sia il vostro settore... la Palermo Sustainability Jam è l'occasione che state aspettando! Partecipate: potrebbe essere proprio vostro l'input che permetterà alle idee nate nei brainstorming di tradursi in realtà diventando prototipi di servizi!

__

Vorrei chiudere questo post in stile Vanity Nerd (un blog che vi consiglio vivamente di seguire se volete scoprire cosa significa fare blogghing!). Ecco quindi il mio disclaimer.

Conosco personalmente gli organizzatori della Palermo Sustainability Jam e tra di essi c'è il mio compagno, Massimiliano Della Sala. Ci tengo a precisare che non ho ricevuto alcun tipo di retribuzione per scrivere questo post e che non ne riceverò. Il biglietto per la mia partecipazione alla Palermo Sustainability Jam, inoltre, non mi è stato regalato ma l'ho acquistato. Ciò che ho scritto, infine, è la mia sincera opinione su questo (imperdibile) evento.