Diario di una Social Geek

martedì 25 novembre 2014

Violenza sulle Donne: la felicità è un diritto e una conquista



Care noi,

quella di oggi è una data molto importante: il 25 novembre 2014 ricorre, infatti, la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. La foto che vedete in alto appartiene alla campagna di comunicazione avviata dal Ministero delle Pari Opportunità per sensibilizzare proprio loro, le donne, a spezzare definitivamente le catene e denunciare.


Questa tra le diverse immagini che fanno parte della campagna è quella che più mi ha colpita:


“Non sposare un uomo violento. I bambini imparano in fretta.”

Purtroppo ho avuto l'occasione di ascoltare con le mie orecchie una frase molto spiacevole non molto tempo fa che mi ha fatto riflettere moltissimo. La frase era questa:

“Pensavo che sarei riuscita a cambiare il suo carattere dopo il matrimonio.”

Non è stato così, ovviamente.

Il suo matrimonio ora è finito e non felicemente. La donna in questione ha subito nel corso degli anni diverse lussazioni alle braccia, schiaffi, violenze fisiche e psicologiche di diverso tipo. Un paio di volte ha tentato persino il suicidio: probabilmente aveva iniziato a considerare la cosa come l'unico modo per venir fuori dal suo matrimonio.

Il tutto sotto gli occhi di suo figlio, un ragazzino che purtroppo non ha avuto la possibilità di vivere in una famiglia basata sul rispetto reciproco e nel corso degli anni ha incamerato schemi di comportamento errati basati sulla violenza.

La donna cui mi riferisco è stata fortunata; molto fortunata. Ha smesso di pensare al suicidio e ha denunciato: oggi ha la possibilità di ricominciare a vivere lasciandosi alle spalle un passato che inevitabilmente ha segnato profondamente sia lei, sia suo figlio.

Care noi,
quello che voglio ricordare a noi stesse oggi è che non siamo delle super-eroine. Non siamo Charlie's Angels o Wonder Woman; non abbiamo dei super poteri anche se la frenesia della nostra vita quotidiana ci abitua a essere smart e super operative. Per quanto possiamo volerlo con tutte le nostre forze, non abbiamo il potere di cambiare nessuno.

Dalle mie parti si dice che non si può raddrizzare una pianta cresciuta storta... e quanto è vera questa cosa!

Non c'è amore dietro uno schiaffo e nemmeno dietro un insulto.

Una telefonata, però, può riuscire a salvare la vita: 1522 – Numero anti-violenza e stalking.

La felicità è un diritto e una conquista!