Diario di una Social Geek

venerdì 17 aprile 2015

Saturday Night Fathers, una divertente web-series sul rapporto padre-figli!



Saturday Night Fathers è stata una recente, simpatica scoperta: una web-series che racconta in modo ironico e divertente il rapporto tra padri e figli; un rapporto decisamente 2.0 perché Saturday Night Fathers è ambientata all'interno di una Ford Kuga parcheggiata all'uscita di una discoteca.

Buzzoole
Saturday Night Fathers: i protagonisti due papà moderni e fragili



Saturday Night Fathers, la serie che Ford dedica al rapporto padre-figlio, ha per protagonisti Roberto e Bruno, due papà decisamente moderni e al passo con i tempi. I due s'incontrano per caso nella notte della Festa del Papà (che tra l'altro ha anche segnato la messa online della prima puntata della web-series, ndr): entrambi si ritrovano nel parcheggio di una discoteca ad aspettare annoiati e infreddoliti l'uscita dei loro figli, Federica e Tommaso. Due "padri nella notte", proprio come narra il titolo del primo episodio.

Sono Roberto e Bruno i protagonisti indiscussi di questa divertente web-series, nata da una co-produzione Ford e Bananas (Cdp) con broadcasting in esclusiva sul sito del Corriere della Sera, concessionaria RCS.

Puntata dopo puntata, li vediamo arrovellarsi, scontrarsi e pizzicarsi sui problemi e le preoccupazioni tipiche di ogni genitore: le compagnie dei figli, la droga, l'alcool tanto per dirne alcune.

Roberto e Bruno, infatti, sono due papà molto diversi tra loro: il primo è un grafico impaginatore che conosce per filo e per segno tutti gli amici e le amiche di sua figlia Federica (il classico papà super-apprensivo nonché forse un filino geloso di sua figlia); Bruno, invece, è un ortopedico, un papà decisamente più rilassato che nemmeno conosce il numero di telefono di suo figlio Tommaso ma non può fare a meno di allarmarsi al solo pensiero che possa "farsi una canna".

Così, tra le "faccette" di Roberto e il borbottare di Bruno la serie Saturday Night Fathers della Ford ci propone un'immagine estremamente moderna, ironica e anche divertente della paternità: Roberto e Bruno non saranno dei genitori perfetti (chi lo è d'altronde) ma amano entrambi profondamente i loro figli visto che finiscono per aspettarli ogni volta al freddo fino a tardi all'uscita della discoteca.

Ford Kuga, un'auto in grado di soddisfare le esigenze dei papà 2.0

Nella maggior parte delle puntate, l'attesa di Roberto e Bruno viene allietata da una serie di ospiti inattesi che finiscono per incontrarsi tutti nello stesso posto: l'auto di Bruno, una bellissima e super-accessoriata Ford Kuga.

La web-series ce la fa apprezzare nei minimi particolari perché ne mette in risalto molte delle sue qualità: l'hands-free lifegate, ovvero il meccanismo per l'apertura del bagagliaio senza usare le mani; il sync with text reader & voice control che permette di integrare a bordo tutti i dispositivi portatili consentendone il controllo tramite voce; il sync with applink che permette di gestire con la voce la voce le playlist di Spotify; l'active park assist con la rear view camera ovvero il parcheggio semi-assistito con videocamera posteriore.

Queste comunque, sono soltanto alcune delle caratteristiche che sembrano rendere la Ford Kuga perfetta per papà come Roberto e Bruno: genitori al passo con i tempi, pronti a tutto per i loro figli anche a trascorrere delle ore di notte al freddo in un'auto nel parcheggio di una discoteca. :)

Tutte le sue caratteristiche potete scoprirle sul sito della Ford, alla pagina dedicata.

E così Saturday Night Fathers, che ad oggi conta 9 puntate, ci offre un punto di vista poco comune sul mondo dei ragazzi mostrandoci due generazioni a confronto: quella degli adolescenti di oggi con le loro abitudini e quella dei papà. Il punto d'incontro? Forse, in parte, può diventarlo anche un'auto come la Ford Kuga in grado di offrire sicurezza, comfort e anche una buona dose di intrattenimento!

Siete curiosi di guardare la web-series? Trovate tutte puntate sulla pagina dedicata del sito Corriere.it!

Buona visione!